Marco

Acido ialuronico: la soluzione a rughe e ferite

L’acido ialuronico è una sostanza dal nome tanto diffuso e che sembra essere il rimedio “magico” per tutti (o quasi) i problemi legati alla rigenerazione tissutale.

 

L’acido ialuronico è una molecola prodotta dal nostro organismo; infatti, è il principale componente del tessuto connettivo (la struttura che avvolge le nostre cellule e permette gli scambi con i vasi sanguigni e linfatici) e serve per mantenere l’idratazione e il benessere dei nostri tessuti.

 

È possibile produrlo e raccoglierlo a partire dai volatili o, con moderne tecniche, anche da alcuni batteri; è inoltre possibile ottenere acido ialuronico anche con caratteristiche molecolari differenti.

Ma a cosa serve realmente?

Come accennato prima, riveste un ruolo decisivo nel mantenimento di idratazione, turgidità, resistenza ed elasticità del tessuto connettivo.

 

Come esplica il suo ruolo?

La sua struttura molecolare permette di trattenere acqua favorendo e regolando l’idratazione cutanea. Inoltre, ha grandi capacità antinfiammatorie e cicatrizzanti. La sua particolare capacità idratante, lo rende idoneo a molti utilizzi in campo medico ed estetico.

 

In quest’ultimo caso, dona elasticità e turgore al derma e il suo impiego è direttamente proporzionale con l’aumentare dell’età di chi ne fa uso, in quanto la sua concentrazione diminuisce con il tempo. Infatti questa sostanza, insieme alle molecole anti-radicaliche, è una delle principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

 

Ecco perché esistono creme, filler  e soluzioni altamente concentrate di acido ialuronico in grado di contrastare i segni del tempo. La soluzione, però, non è a lungo termine ma gli effetti diminuiscono con il passare dei giorni: ecco perché l’uso deve essere costante per vedere e ottenere dei risultati validi.

 

In campo medico, invece, l’acido ialuronico è un componente fondamentale del liquido sinoviale, sostanza all’interno delle nostre articolazioni che funge da veicolo idratante, nutritivo e umettante. Questo liquido va incontro, con il passare del tempo, a modificare alcuni dei suoi componenti interni, diventando quindi sempre meno viscoso. L’acido ialuronico, in applicazione cutanea o infiltrativa, migliora il movimento articolare e facilita la riparazione di danni tissutali.

 

Notevole anche il suo uso per la cicatrizzazione e rigenerazione tissutale. Opera riducendo l’infiammazione, richiamando acqua e favorendo la formazione di nuovo tessuto connettivo. Non trattandosi di un farmaco, è la via di elezione nel trattamento di ferite, abrasioni, traumi, graffi e lesioni di notevole entità.

Corsi di Formazione

Scopri tutti i miei corsi

CLICCA QUI

Le mie Consulenze

Scopri i miei servizi

CLICCA QUI

Professionisti e aziende

Scopri i miei servizi

CLICCA QUI

Personal Coach VIP

Scopri il programma dedicato VIP

CLICCA QUI

Iscriviti alla mia newsletter

Contenuti gratuiti per aumentare le tue performance: inizia a ricevere i miei articoli!

Grazie per esserti iscritto alla newsletter del Dr. Marco Magro!
Il tuo indirizzo email non è corretto, ti invitiamo a riprovare.

Leave A Comment