Marco

Analisi economica dei dati e confronto con i KPI in farmacia

Prima di scrivere questo articolo pensavo: ma il farmacista ha ricevuto adeguata formazione accademica su materie economiche? Purtroppo, no!

Molti professionisti, però, in fase successiva all’acquisizione del proprio titolo di studio, frequentano corsi e webinar per studiare l’aspetto economico della farmacia. Certamente per gestire un’attività sanitaria, occorre essere bravi sia in fase di acquisto e vendita, ma anche di valutazione dei dati.

Mi soffermerò proprio su questo aspetto.

Da dove si parte? Il gestionale!

Il software che si utilizza per tutte (o quasi) le attività di farmacia, contiene già tutti i dati di nostro interesse filtrabili per azienda, prodotti ma soprattutto per intervallo temporale e operatore.

Senza particolari competenze, possiamo quindi analizzare innumerevoli dati economici per capire se attività messe in campo hanno avuto un positivo riscontro economico. Inoltre, è possibile anche valutare la performance di vendita dei nostri dipendenti al banco (ma anche di magazzino).

Quest’ultima tipologia di valutazione deve essere finalizzata alla condivisione dei dati con la persona di riferimento utile al miglioramento delle proprie performance.

Tempo di valutazioni

Ma come è possibile capire se stiamo svolgendo al meglio la nostra attività, in relazione al mercato nazionale o locale?

È possibile chiedere ai propri fornitori (non tutti lo fanno) i dati di vendita di riferimento, in modo da poter effettuare una valutazione più completa. A volte per poter ricevere queste informazioni, le aziende chiedono di poter collegare il proprio gestionale con società di elaborazione dati; ad intervalli di tempo regolari, quindi, scaricheranno proprio dal nostro sistema informazioni per poter estrarre dati macroeconomici più completi. Ad ognuno, poi, le proprie valutazioni.

Monitorare i KPI

Proseguendo in questa analisi, è anche possibile gestire in via privata un’analisi diretta di alcuni KPI essenziali; quest’acronimo significa Key Performance Indicator, ovvero indicatore essenziale di prestazioni.

Scontrino medio, numero di pezzi venduti, fatturato generale e vendite settoriali, numero di clienti, servizi, vendite SSN e libere, prodotti venduti per azienda: questi sono solo alcuni dei parametri più importanti.

Di solito l’analisi viene gestita mensilmente e, periodo dopo periodo e anno dopo anno, costruiremo noi stessi i nostri KPI e potremo quindi valutare e pianificare obiettivi a breve, medio e lungo termine in tutti i settori della nostra farmacia.

Eseguire periodicamente questa analisi ci permette di tenere sotto stretto controllo tutti i processi e le attività all’interno della nostra azienda. Saremo quindi coscienti dei nostri risultati e dei nostri target.

Concludo dicendo che esistono numerosi software (anche gratuiti) che ci permettono di inserire dati in tabella, elaborare grafici e documentare praticamente risultati e obiettivi raggiunti o da raggiungere. Perché non sfruttarli al massimo? Provare per credere!

Corsi di Formazione

Scopri tutti i miei corsi

CLICCA QUI

Le mie Consulenze

Scopri i miei servizi

CLICCA QUI

Professionisti e aziende

Scopri i miei servizi

CLICCA QUI

Personal Coach VIP

Scopri il programma dedicato VIP

CLICCA QUI

Iscriviti alla mia newsletter

Contenuti gratuiti per aumentare le tue performance: inizia a ricevere i miei articoli!

Grazie per esserti iscritto alla newsletter del Dr. Marco Magro!
Il tuo indirizzo email non è corretto, ti invitiamo a riprovare.

Leave A Comment